1 | 3 Giugno 2024

La Manifestazione

TERROIR DOGLIANI
1 giugno, Bottega del Vino, Dogliani
2 e 3 giugno, Palazzo Fauzone di Montaldo, Mondovì.

TRE GIORNI DI MASTERCLASS, LABORATORI E BANCHI D'ASSAGGIO ALLA SCOPERTA DI UN TERRITORIO AD ALTA VOCAZIONE E DEI SUOI VINI.

Terroir Dogliani, organizzato dalla Bottega del Vino Dogliani, mette al centro di tre giorni di assaggi e seminari la presentazione delle nuove annate del Dogliani DOCG Superiore 2022 e Classico 2023, il vino che è emblema e identità di questa parte di Langa. Accanto a questo, ha però deciso di proporre anche le annate in uscita dei vini nati da altri vitigni, una produzione che in questo momento sta crescendo fra i confini del Dogliani DOCG.

Dogliani non è solo un vino, non è solo un paese, ma è un territorio vocato dato dalle peculiarità e dalle differenze dei ventuno comuni che compongono la DOCG, un mosaico che, grazie ai suoi differenti suoli, al clima più fresco dato dall'altitudine e dalla vicinanza alle montagne, e grazie al suo savoir-faire agricolo, sta aprendo nuove strade su vini bianchi, spumanti, rosati e rossi, strade che vale la pena conoscere attraverso i banchi d'assaggio e i laboratori di questo evento.

Tre giorni, di cui due dedicati a un pubblico di appassionati che, oltre al vino, vogliono conoscere meglio il territorio doglianese e la sua cultura enogastronomica, e uno più pensato per la stampa e gli operatori, orientato su masterclass e approfondimenti strettamente legati al vino.

Dove


Terroir Dogliani si terrà in due sedi diverse che rappresentano i due poli territoriali della denominazione Dogliani Docg.

Bottega del Vino, Dogliani
Nata come associazione nel 1984, dieci anni dopo la creazione della Doc Dolcetto di Dogliani avvenuta nel 1974, la Bottega del Vino di Dogliani è stata fortemente voluta da tutti i produttori che sentivano il bisogno di unire le loro forze e lavorare insieme per la giovane denominazione. Realizzata e condotta con il sostegno del comune di Dogliani, l’associazione, col tempo, è divenuta anche il luogo dove i produttori possono confrontare le loro diverse esperienze, le prospettive della denominazione e discutere le nuove proposte legislative in una sorta di forum permanente.La sede è nelle cantine sotterranee dell’ex-convento dei Carmelitani costruito nel XVI secolo, sotto il Municipio e a fianco della Chiesa dei SS. Quirico e Paolo. Qui trovano posto le bottiglie dei produttori associati che possono essere degustate e acquistate.

Palazzo Fauzone Mondovì
Palazzo Fauzone di Montaldo si trova nel rione Piazza, il cuore del centro storico della città di Mondovì. Proprio in quest’area, a partire dal Dodicesimo secolo, si sviluppò il primo nucleo del libero comune destinato a assumere un ruolo significativo nella storia del Piemonte e nelle mire espansionistiche del casato dei Savoia. Palazzo Fauzone oggi presenta una struttura architettonica di epoca rinascimentale, in particolare presenta affreschi quattrocenteschi e soffitti a cassettoni decorati del ‘500. Poiché la famiglia continuò sempre a ricoprire ruoli di rilievo nello sviluppo economico e al governo del Ducato Sabaudo, Acquistato da Barbara Franco nel 2016, dopo sette anni di minuzioso restauro conservativo ha riaperto al pubblico sotto forma di un prezioso relais che fonde la sua vocazione storica ai temi e alle suggestioni della letteratura internazionale.

Programma

DOMENICA 2 giugno


Mondovì, Palazzo Fauzone di Montaldo
Vai all'evento

LUNEDÌ 3 giugno


Mondovì, Palazzo Fauzone di Montaldo
Vai all'evento

La Bottega del Dogliani

La Bottega del vino Dogliani docg è l’associazione che dal 1984 accoglie i produttori del Dogliani e da loro un luogo dove far conoscere e promuovere i loro vini e il loro territorio e dove poter confrontare le loro diverse esperienze, di lavoro, le prospettive della denominazione e discutere le nuove proposte legislative. Situata nelle suggestive cantine storiche di un antico convento cinquecentesco che si affaccia sulla piazza principale del paese è anche un locale che propone in mescita oltre 100 vini dei produttori associati, che possono essere accompagnati da piatti di salumi locali, formaggi di Langa e conserve di verdure artigianali. E’ il luogo ideale per conoscere la storia dei grandi vini della zona, per un momento di sosta davanti ad un buon bicchiere, per uno spuntino o un aperitivo.